Cyklisté vítáni!

Úschovna kol k dispozici.

 

     
     
     

La storia del palazzo U medvídků (Dagli Orsetti) comincia all’inizio del Quattrocento. Il palazzo porta il nome dell’uno dei primi proprietari Jan Medvidek (in italiano Giovanni Orsetti) che nel 1466 fonda un birrificio che produce birra continuamente fino al 1898.

Più tardi, i proprietari dei birrifici nella Città Vecchia di Praga non riescono più a competere con le nuove fabbriche di birra e sono costretti a chiudere le piccole birrerie e ad aprire la Birreria borghese (Měšťanský pivovar) nel quartiere di Holešovice. L’ultimo maestro birraio degli “Orsetti” Karel Vendulák diventa il suo primo direttore. La fabbrica viene modificata in uno dei più grandi pub di Praga e all’inizio del Novecento viene inaugurato il primo Tingle Tangle-Cabaret. Negli anni ‘50 il locale viene sequestrato ai proprietari a favore dello Stato socialista senza compenso. Fino al 1989 il palazzo resta in uno stato di degrado e solo dopo la restituzione agli eredi degli originali proprietari, cominciano le ristrutturazioni durante le quali la birreria viene ampliata e costruito un albergo in stile.

L’ultima fase della ristrutturazione termina nel 2005 con la ricostruzione del reparto del malto nella “Casa della birra” che include il negozio di birra, la sala congressi ed una mini-birreria. La prima cottura della birra è terminata simbolicamente il 17. 11. 2004, cioè precisamente 15 anni dopo la “Rivoluzione di velluto”.


Il nostro obiettivo non è quello di produrre più birra possibile, bensì di far vedere nel miglior modo possibile il processo di produzione con alcune procedure ormai non più utilizzate, quali raffreddamento in stock, tini di fermentazione aperti, botti di legno per birra lager e imbottigliatura manuale in bottiglie con tappo brevettato. Per questo motivo nasce la più piccola birreria – ristorante nella Repubblica ceca, con una produzione annuale che non supera gli 300 hl di birra lager semi scura con 13 gradi OLDGOTT.

Processo di produzione della birra:

La produzione della birra si può riassumere in tre fasi principali: cottura, fermentazione principale e maturazione. A ciò corrisponde anche la suddivisione della nostra mini-birreria in tre parti – cottura, fermentazione e cantina lager.

COTTURA - Tini della capacità di 250 lt vengono riempiti con l’acqua a 37°C alla quale vengono aggiunti tre tipi di malto spezzato e macinato. Il tutto viene scaldato gradualmente fino a 72°C, temperatura alla quale comincia la decomposizione dell’amido nel malto in zuccheri fermentabili. Il mosto deve essere bollito per breve tempo e successivamente pompato in un tino di travaso dove si eliminano i gusci. Il mosto chiaro viene passato nel tino di cottura, addizionato di luppolo e bollito per 90 minuti. La bollitura serve alla sterilizzazione del mosto e all’infusione delle sostanze amare dal luppolo. Il mosto bollente viene raffreddato prima a 70 °C e successivamente su uno scambiatore di calore fino alla temperatura di fermentazione di 10 °C.
FERMENTAZIONE - Il mosto viene successivamente pompato in un tino di rovere per la fermentazione /di 500 lt/ e addizionato di lievito. La fermentazione principale avviene alla temperatura di 9-10 °C per 10-12 giorni. Il mosto fermentato per circa il 70% /la cosiddetta birra giovane o verde/ viene poi raffreddato alla temperatura di 6 °C e passato nella botte di maturazione. Il lievito sedimentato sul fondo del tino viene poi raccolto, lavato con acqua molto fredda e immagazzinato per un'uso successivo alla temperatura di 2 °C.
CANTINA - La maturazione nelle botti di rovere di 500 lt dura 5-6 settimane. Durante la maturazione, la birra viene chiarificata e gli viene aggiunta anidride carbonica. La birra finita viene mandata in botti KEG e servita nel ristorante, oppure imbottigliata manualmente in bottiglie con il tappo brevettato.

OLDGOTT

OLDGOTT è una birra lager semi-scura a bassa fermentazione con il 5,2% di alcol. Si tratta di una birra “viva” prodotta solo da materie prime naturali, non filtrata e non pastorizzata, con alto contenuto di minerali e vitamine di categoria B. Per questo consigliamo l’OLDGOTT come un complemento nutrizionale salubre e gustoso, tenendo conto del consumo in modo individuale.

La produzione annuale nel 1898 era di 4320 hl di birra amara “digestiva”...

X BEER 33

Una volta al mese produciamo la birra X BEER 33 – il lager più forte al mondo secondo la classifica dei gradi /estratto del mosto di malto 33,48 Plato/. La X BEER 33 viene prodotta con la tecnologia tradizionale secondo procedure speciali nelle singole fasi di produzione. Viene utilizzato il malto di Pilsen e il malto a caramello nella massima quantita che siamo in grado di fermentare. Come si fa per ottenere il massimo estratto del mosto di malto, rimarrà il nostro segreto. Possiamo svelare che i 33° derivano esclusivamente dal malto d‘orzo. La fermentazione principale si svolge in tini di rovere aperti per 14 giorni. La maturazione avviene in botti di rovere per 14 settimane, dopo di ché viene aggiunto del lievito particolare e la maturazione prosegue per altre 14 settimane. La X BEER 33 è un lager inconfondibile caratterizzato dal sapore naturale del malto con un piacevole retrogusto amarognolo. L'alta percentuale dell’alcol /12,6%/ di zucchero residuo insieme all’alta luppolatura accelerano notevolmente l’assorbimento dell’alcol nel sangue. Per questo consigliamo un consumo moderato dell’X BEER 33 come raccomandiamo nelle nostre avvertenze sull'etichetta. Consigliamo di servire l’X BEER 33 con dessert o da sola come digestivo.

 

XBEER 33 è la birra più forte del mondo.